30 ore – dal 31 ottobre 2019

giovedì, dalle 17:00 alle 19:00

Aula del Parnaso, Palazzo Veterani – via Veterani, 36

 

Tenuto da Alberto Fraccacreta

POETI CHE VIVONO
 
Davvero la poesia è morta? Da quando non esiste più il grande canto? E pensare che i poeti vivono e, strano ma vero, hanno un volto e un nome ben riconoscibile: Adam Zagajewski, Paul Muldoon, Wole Soyinka, Charles Simic, Philippe Jaccottet, Adonis, Michael Longley, Cees Nooteboom, Jorie Graham, Rita Dove, Tony Harrison, Hans Magnus Enzensberger, Alfred Kolleritsch, Ewa Lipska, Anne Carson, Juan Manuel Roca, Oscar Hahn, Yang Lian, Natan Zach, Peter Handke e tanti altri. Dal Cile alla Polonia, dalla Nigeria all’Olanda, dagli Stati Uniti alla Siria, dalla Cina all’Austria: la poesia (come la luce) è ovunque, si propaga e forse mai come oggi – se si considerano anche gli straordinari autori scomparsi da pochissimo (Luzi, Zanzotto, Walcott, Heaney, Strand) – ha visto una stagione di fioritura così intensa, a dispetto del crescente interesse verso il cantautorato. Insomma, sì, la poesia contemporanea esiste, è viva, è forte. Basta cercarla.

 

Il laboratorio è gratuito per tutti gli studenti UNIURB, ABA e ISIA regolarmente iscritti, a fronte del pagamento di una tessera associativa CSEN di validità annuale (10€/anno) che garantisce una copertura assicurativa per tutte le attività del CTU. Ai frequentanti potranno essere riconosciuti CFU.